L’AIUTO DEL PUBBLICO

“Sanremo deciso da un salotto radical-chic”, dice Salvini; “L’anno prossimo, magari, il vincitore si potrebbe far scegliere solo col televoto”, rincara Di Maio; “In Abruzzo non c’era la giuria di Sanremo a ribaltare il risultato”, chiosa Meloni dopo il trionfo elettorale.
Che bello! Che freschezza! Questa difesa del Popolo, questo parlare al cuore del Popolo! Ah, il Popolo! The people! Insieme a onestà e cambiamento, “Popolo” compone il trittico delle parole odiose di questo tempo—qualche anno fa erano libertà, amore e moderati.
In questo come in tutti i paesi, al Popolo si contrappone l’élite, alle masse sovrane entro i patrii recinti la liquida perfida Europa, alla genuina e sincera vitalità del Popolo il tetro calcolo dei burocrati, dei professoroni, delle commissioni. Lino Banfi è la nemesi di tutti loro.  
È il favore del Popolo che i nostri politici bramano. È la spalla del Popolo a cui si appoggiano. Il Popolo è la loro stampella, l’acqua in cui nuotano, il loro orizzonte. C’è chi lo chiama consenso, ma una buona metafora è anche l’“Aiuto del pubblico”.

Ci sono tre aiuti a cui il concorrente di “Chi vuol esser milionario?” può far ricorso durante la puntata. Il 50:50, che tranchant elimina due risposte su quattro; l’Aiuto dell’esperto—già “telefonata a casa”—, dove l’amic* fidat* scartabella la Treccani in cerca di una soluzione; infine, appunto, chiedere consiglio al pubblico in studio.
Questo aiuto te lo bruci subito, è il più cialtrone degli aiuti perché si sa, il pubblico non sa un tubazzo di niente: uno c’ha una mezza idea e gli altri a ruota, se lo suggeriscono all’orecchio tipo telefono senza fili. Per arrivare al millino tieni stretti 50:50 ed esperto.
Con i transfascisti gialloverdi populisti sovranisti, l’Aiuto del pubblico viene eletto a sistema, si fa criterio supremo per la valutazione di ogni cosa, da Sanremo alla riforma sanitaria, da Fedez all’Afghanistan. Al diavolo le commissioni, i tecnici, chi le cose le sa: al diavolo il 50:50 e l’Aiuto dell’esperto.
A noi, che vuoi, ci basta l’Aiuto del pubblico. La smania referendaria corrode ogni istituzione democratica, la sostituisce. Perché? Il pubblico lo fomenti, lo piloti, lo scagli contro chi vuoi, gli lanci un osso ti lecca le mani. Il pubblico s’incazza, fa le barricate, le marce su Roma, le rivoluzioni.
Non mi stupirei se con l’Aiuto del pubblico si arrivasse a risolvere anche la contesa Torino-Lyon. Ok, raga, abbiamo chiesto l’Aiuto dell’esperto, ma sticazzi; abbiamo fatto 50:50 mille volte in trent’anni e ancora non vediamo la luce. Tiè, ci sono due studi: uno dice sì, uno dice no. Avete trenta secondi, avanti, VOTATE!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close